Esperanza Spalding: One
"Mi è semblato di vedele un gatto..."
 

Esperanza Spalding
One

Sentite questa. Inizia come il frammento di un musical, procede con un passo da rock teatralizzato, prende una svolta alla Joni Mitchell. Ci sono canzoni che devi rincorrere e One è una di queste. Parti vocali e arrangiamenti duttili, cambi di accordi inattesi, un testo da decifrare: è la «d+evoluzione» dell’americana Esperanza Spalding, il suo modo di dirci che per crescere dobbiamo liberarci dalle sovrastrutture (educazione, socializzazione, religione) e abbandonarci a uno stato di libertà creativa assoluta. Detto così è un po’ bizzarro e pure naif, ma cantato e suonato da Spalding ha senso, così come ha senso questa canzone sull’amore come rivelazione di ciò che già sappiamo, come specchio del modo in cui negoziamo il nostro ruolo nel mondo.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy