Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Angel Olsen: Intern
Il call center dell’ammmore

Angel Olsen
Intern

Questa dice, più o meno: siamo tutti stagisti dell’amore, bluffiamo gonfiando i curriculum, ma alla prova dei fatti siamo un disastro. Dice, anche, che ci assumeranno lo stesso, ma ovviamente a tempo determinato. In Hisperlandia, Angel Olsen è stata una delle storie migliori del 2016 e Intern la canzone scelta per aprire l’album My Woman. Non perché lo rappresenta, ma perché è piuttosto diversa dal resto, un pezzo breve, lievemente dark e “astratto” sul fatto che ci si debba alzare ogni mattina e recitare una parte. Usa sintetizzatori che neanche nella colonna sonora di Flashdance non come decorazione, ma come mezzo espressivo ambiguo. E quando ti stai abituando a quelle strofe semplici come mantra, ai riverberi che fanno sfarfallare la voce, all’atmosfera sospesa, il canto si sfilaccia in piccoli abbellimenti eterei e arrivano prima il ritornello e poi un frase ultrakitsch di sintetizzatore. Fine. Niente climax drammatico, due minuti e quarantasette di canzone: in Hisperlandia abbiamo problemi di ADD.

↦ Leggi anche:
Angel Olsen: Shut Up Kiss Me
Jeff Ament: Safe In The Car
Angel Olsen: Lark
Sharon Van Etten & Angel Olsen: Like I Used to

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.