Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

↤ Lunghi / Playlist

30 Bonus Tracks per il 2020

Perché quello che è universalmente riconosciuto come il peggiore degli ultimi anni ha fatto anche cose buone.

Lo sappiamo. Ci sono stati dei momenti in cui il 2020 sembrava non dovesse finire mai. È stato un anno lungo e terribilmente complicato, ognuno ne è uscito con qualcosa in meno rispetto a quando c’è entrato ed è difficile trovare un motivo per celebrare. Il problema è che – ora che tocca guardarsi indietro – è quasi peggio. Nel senso, può forse una qualche retrospettiva musicale dare forma allo sciame di sensazioni frammentate che ci ha attraversato? La domanda è volutamente retorica e la risposta è – ovviamente – no.

Musicalmente parlando, tutto è stato diverso e, alla fine, niente è stato diverso. Così, eccoci comunque qua, a contare i danni di una diluvio di tour cancellati oppure ottimisticamente rimandati, esperimenti di drive-in sotto i palchi, generosi venerdì su Bandcamp e una marea indistinta di grandi e piccini, indie e mainstream, laureati in conservatorio e flautisti da quinta elementare, costretti in casa o al massimo a suonare sul terrazzo, universalmente livellati allo status generico di bedroom artist. Eppure alla fine, in un modo o in un altro, le canzoni sono arrivate lo stesso a destinazione, in quantità e qualità non poi così dissimile dagli altri anni, quelli che ora consideriamo normali, ma di cui a loro tempo ci lamentavamo comunque.

Al punto che solo 365 pezzi sono stati ben lontani dal coprire la splendida cacofonia di accenti distinti che è il vero, unico modo possibile per descrivere il suono di oggi: lasciare perdere l’idea di un coro uniforme, selezionare accuratamente le voci da isolare e ascoltare le storie che hanno da raccontare. Questo è quello che facciamo su Humans vs Robots giorno per giorno – anche per Natale, anche nei weekend. Questo è quello che abbiamo fatto, con costanza quasi ossessiva, anche quest’anno. E allora no, come al solito, quella che avete di fronte non è la solita classifica dicembrina. Innanzitutto perché, tecnicamente, proprio non è una classifica. Sono “solo” (si fa per dire) altre 30 belle canzoni che il 2020 ci ha comunque regalato, di cui non avevamo avuto modo di parlare, ma che ritenevamo meritassero almeno due parole.

Rimediamo qui.
Chiamatele – per usare un termine arcaico – bonus tracks.

Redazione
Redazione


E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.