Humans vs Robots
 
Duke Garwood:Blue
Duke Garwood che ci controlla l'anima
↞ Playlist

La calda musica di Duke Garwood è la stessa che gela le orecchie.

Duke Garwood
Blue

Esiste, in un mondo sul perenne orlo del collasso, qualcosa di più fragile della musica di Duke Garwood? Questa sorta di folk/blues votato alla sconfitta – sia perché fuori tempo massimo, sia perché continua esposizione emotiva di debolezza – e che sembra avere gli occhi della preda a terra mentre il cacciatore si ricorda di quando da bambino aveva ancora pietà.

Blue è picco psicofisico di abbandono, intessuto in cori femminili, cantato quasi svagato, arpeggi e batteria che non se la sentono di disturbare troppo pur tenendo le fila del discorso.

La musica di Garwood – e Blue in questo è dimostrazione perfetta – è al crocevia tra lande inglesi piovose, trafitte da venti che ti spingono a chiuderti a casa, e deserti californiani che trasfigurano all’esterno ciò che uno sente dentro di sé. Solitudine e, allo stesso tempo, ricerca di una salvezza.

Andrea Macrì
Andrea Macrì

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)