Humans vs Robots
Playlist per genere
RockPopPunkMetalElectroHip HopR&BAltra musica
Playlist speciali
Playlist per autore
Playlist per mese
Feb-2018 Jan-2018 Dec-2017 Nov-2017 Oct-2017 Sep-2017 Aug-2017 Jul-2017 Jun-2017 May-2017 Apr-2017 Mar-2017 Feb-2017 Jan-2017 Dec-2016 Nov-2016 Oct-2016 Sep-2016 Aug-2016 Jul-2016 Jun-2016 May-2016 Apr-2016 
...E inoltre
Herring non riesce a mettersi in posa nemmeno a 'sto giro. Dietro, l'imbarazzo della band

Future Islands

Cave

I Future Islands sono in giro da un bel po’, ma è innegabile che il loro sdoganamento presso il grande pubblico sia arrivato solo dopo l’esibizione al David Letterman Show, dove Samuel T. Herring – fisico a metà strada tra il commesso di un Blockbuster e Glenn Danzig – ha dominato letteralmente la scena, ipnotizzando platea in studio e migliaia di utenti con il suo mix di balletti e "growl".

Tre anni esatti dopo quell'exploit, la band di Baltimora torna con Cave e sembra che non sia passato nemmeno un secondo dalla pubblicazione di Singles. Un bene? Dalla qualità del brano si direbbe proprio di sì: basso pulsante, voce sinuosa, batteria "krautica" e le solite tastiere-marchio di fabbrica.

«Questa canzone parla di un disperato bisogno di "mollare" i propri ideali e le proprie opinioni», ha annunciato Herring dal palco del SXSW di Austin, prima di suonarla per la prima volta. Noi, anche un po' intimoriti dalla sua mole, ci vogliamo fidare, facendoci contagiare dal suo movimento pelvico così sgraziato ma stramaledettamente sinuoso.

Sei diventato un sex symbol, nonostante calvizie e pancetta: caro Samuel, grazie.

HVSR per posta: