Humans vs Robots
Playlist per genere
RockPopPunkMetalElectroHip HopR&BAltra musica
Playlist speciali
Playlist per autore
Playlist per mese
Nov-2017 Oct-2017 Sep-2017 Aug-2017 Jul-2017 Jun-2017 May-2017 Apr-2017 Mar-2017 Feb-2017 Jan-2017 Dec-2016 Nov-2016 Oct-2016 Sep-2016 Aug-2016 Jul-2016 Jun-2016 May-2016 Apr-2016 
...E inoltre
Chester Bennington e Kiiara: sognando Sanremo

Linkin Park Feat. Kiiara

Heavy

A molti rocker militanti i Linkin Park facevano schifo prima che venisse deciso che il gruppo da schifare erano i Coldplay. È interessante, però, constatare che a differenza di Chris Martin e soci, che se non altro hanno fatto il definitivo salto della quaglia non appena intuito l’approssimarsi della fine del filone aurifero, la band californiana ha lasciato passare una decina di anni dagli ultimi spunti difendibili, prima di decidersi a mollare le commistioni tra nu metal e rap e seguire i colleghi inglesi nel loro tuffo in un cielo pieno di stelle pop. La stellina cui si sono agganciati per il primo singolo dal primaverile album One More Light è Kiiara, americana, ventun anni, trecentocinquanta milioni di ascolti su Spotify per Gold, porcheriola singhiozzante – pardon, volevamo naturalmente dire “capolavoro pop con produzione maggggnifica”.

Siccome scrivere un pezzo pop con i quattro accordi più ovvi del pop e le paroline scemette del pop richiede gente che è stata in quell’inferno, i Linkin Park si sono fatti aiutare da Julia Michaels, che con la sua contemporanea sensibilità pop ha composto per Selena Gomez e Britney, e Justin Tranter, che grazie al suo impeccabile e moderno tocco pop lavora invece per Britney e Selena Gomez. «Ci piace provare nuove cose», ha detto, rimanendo serio, Mike Shinoda nel presentare il pezzo a Billboard: «Vorremmo raggiungere un pubblico più vasto, ma restando al 100% i Linkin Park. Non è una di quelle situazioni in cui l’album risulterà diverso dal singolo. Sarà proprio tutto così».

... beh, wow.

Bene: grazie dell’avvertimento, Mike. Lo consideriamo il tuo ultimo nobile gesto. Perché il pop non è il male, ci mancherebbe. Anzi, a volte anche nel pop creato esplicitamente in laboratorio può esserci il soffio della vita. Ma Heavy è una canzonetta ovvia e disgustosa, che anche nei soggetti che hanno stimato i Linkin Park in tutti questi anni potrebbe indurre reazioni inconsulte ed escalation di violenza con ripercussioni sulla società.

O magari no, chi lo sa. In the end, it doesn’t really matter.

HVSR per posta: